Zona bianca in Liguria dal 7 giugno

Tempo di lettura:

2 minuti

zona bianca

Dal 7 giugno la Liguria è in zona bianca.

Abolito il coprifuoco ma è necesssario continuare a rispettare responsabilmente le norme di autoprotezione, distanziamento e sanificazione. 

Spostamenti

  • Consentiti senza limiti relativi agli orari o ai motivi dello spostamento, verso altre località della zona bianca.
  • Cosentiti verso località della zona gialla, senza doverne giustificare il motivo, nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti in zona gialla e di quelle relative agli spostamenti verso le altre abitazioni private abitate.
  • Consentiti verso tutto il territorio nazionale, se la persona che si sposta è in possesso di una “certificazione verde Covid-19” (articolo 9 del decreto legge 52/2021), nel rispetto delle specifiche restrizioni di orario previste per gli spostamenti nella zona di destinazione.
  • Sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
  • A chi si trova in zona bianca è consentito fare visita a parenti o amici senza limiti di orario e per un massimo di 6 persone, esclusi conviventi e figli.

Aperti

  • Bar, i ristoranti e le altre attività di ristorazione. È possibile consumare cibi e bevande all’interno e all’esterno senza limiti orari. Senza restrizioni anche la vendita con asporto di cibi e bevande e la consegna a domicilio. Nei locali al chiuso ci si può sedere in massimo sei persone, salvo conviventi, mentre non c’è alcun limite per i commensali nei tavoli all’aperto.
  • Negozi e attività commerciali 
  • Centri commerciali anche nei weekend
  • Palestre al chiuso
  • Parchi divertimento e parchi a tema
  • Centri termali e centri benessere


Musei, mostre, cinema, teatri, concerti ed eventi sportivi

  • Aperti al pubblico gli spettacoli nelle sale teatrali, sale da concerto e cinema. Gli spettacoli si svolgono con posti a sedere preassegnati nel rispetto della distanza di almeno un metro per le persone non conviventi. La capienza massima consentita è del 50%
  • Aperti al pubblico i musei e le mostre nei giorni feriali in modalità contingentata, anche senza prenotazione. Nei weekend è obbligatoria la prenotazione online o telefonica con almeno un giorno di anticipo
  • Aperti al pubblico gli eventi e le competizioni sportive, i posti a sedere devono essere preassegnati nel rispetto della distanza di almeno un metro per le persone non conviventi. La capienza massima consentita è del 25%, fino a un massimo di 1.000 persone per impianti all’aperto e 500 per impianti al chiuso.


Attività sportive

  • Consentite tutte le attività sportive, anche di squadra e contatto, all’aperto e al chiuso. 

Certificazioni verdi

Le “certificazioni verdi Covid-19” anche dette “green pass”, sono certificazioni che attestano la sussistenza di condizioni personali che consentono gli spostamenti sul territorio nazionale. In particolare, le certificazioni sono rilasciate per attestare una delle seguenti condizioni:

  • aver completato la vaccinazione anti-Covid: ha validità di 6 mesi e viene rilasciata, su richiesta dell’interessato dalla struttura sanitaria o dal sanitario che effettua la vaccinazione, al momento stesso dell’effettuazione dell’ultima dose prevista.
  • essere guariti dal Covid, con cessazione dell’isolamento: ha una validità di 6 mesi dalla guarigione ed è rilasciata, su richiesta dell’interessato dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero o, per i pazienti non ricoverati, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta.
  • aver effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al Covid:  ha una validità di 48 ore dall’esecuzione del test ed è prodotta, su richiesta dell’interessato dalle strutture sanitarie e dalle farmacie che svolgono i test previsti o dai medici di medicina generale o pediatri di libera scelta.


Fonte: Regione Liguria

Filtri